Wellness anche in casa

Idromassaggio, box doccia multifunzione e sauna: creare una piccola spa domestica, non è un’impresa impossibile. Il budget e lo spazio a disposizione sono elementi imprescindibili.

I centri benessere, le piscine termali e le spa sono tra le mete sempre più ambite, non solo per trascorrervi una vacanza o un weekend, ma anche più semplicemente per liberarsi dallo stress quotidiano e cercare di staccare da una routine che, in molti casi, lascia segni e strascichi a livello non solo fisico ma anche mentale.

Un bagno turco, una sauna o l’immersione nelle calde acque termali dopo una lunga giornata di lavoro è sicuramente un modo perfetto e salutare per rilassarsi. Tuttavia, tali trattamenti – per quanto siano un evidente piacere difficile da replicare – non sono sempre possibili, sia per mancanza di tempo che per motivi strettamente economici.

Ciò non significa che ci si debba negare un piacere giornaliero di totale relax. Creare una piccola spa domestica, infatti, non è più un’impresa impossibile né tantomeno un progetto inarrivabile.

Dall’idromassaggio alle docce emozionali, senza tralasciare sauna e bagno turco, realizzare un angolo di benessere dentro casa è più semplice di quanto si possa credere.

Prima di lanciarsi nella costruzione di un centro benessere tra le mura amiche, c’è qualche fattore che è necessario tenere in considerazione.

Creare un angolo benessere è semplice anche in piccoli spazi.

Idee chiare e… a ciascuno il proprio budget

Per prima cosa, uno degli elementi che andrà a influire in fase di scelta è sicuramente lo spazio a disposizione. Sempre in tema di spazio, le cose cambiano a seconda che si tratti di una casa da ristrutturare o di un progetto nuovo.

Altro elemento da non sottovalutare è il budget a disposizione. Partendo dagli elementi più semplici, per arricchire un classico bagno e trasformarlo in un locale dedicato al benessere e al relax, è possibile optare per vasche da bagno idromassaggio e box o colonne doccia multifunzione.

In fatto di vasche idromassaggio, trattandosi di un elemento imprescindibile se lo leghiamo al benessere, tanto a livello professionale che domestico, vi è l’imbarazzo della scelta. Le dimensioni possono partire da quelle di una normale vasca da bagno fino ad avvicinarsi a quelle di una vera e propria piscina.

La vasca idromassagio

A proposito di piscine, è possibile installare la vasca idromassaggio sia all’interno che all’esterno dell’abitazione.

Ciò che caratterizza questo tipo di vasca sono le bocchette di erogazione dalle quali, a seconda del sistema, fuoriescono getti di acqua e aria che colpendo la zona dorsale, lombare, le gambe e le cosce, stimolano la circolazione sanguigna e linfatica.

Oltre a produrre un innegabile effetto rilassante, l’idromassaggio svolge un’azione tonificante e defatigante.

Come anticipato, a seconda del modello prescelto, la vasca può generare getti di aria per un massaggio dolce e rilassante, getti di aria e acqua per un massaggio più vigoroso e rivitalizzante oppure è possibile combinare i due sistemi all’interno di una sola vasca in modo da utilizzare le due tipologie contemporaneamente o in base ai propri desideri.

Nonostante una vasca idromassaggio non sia particolarmente ingombrante, non tutti i bagni sono grandi abbastanza da prevederne la presenza, così come c’è anche chi preferisce sacrificare tale area per ampliare le dimensioni della stanza optando, piuttosto, per una bella doccia.

Area wellness in casa. Pavimento in quarzite di Vals spazzolata. Pareti in quarzite di Vals a spacco, parete centrale in marmo Sky Blue. Lavoro eseguito da Gehri Rivestimenti SA.

Il box doccia multifunzione

Se non siete fan delle vasche da bagno ma amate il relax che solo l’idromassaggio sa regalare, è possibile optare per una box doccia idromassaggio o meglio ancora per una doccia multifunzionale.

Forme, misure e design sono tra i più svariati e permettono di concentrare numerose funzioni benessere in un unico angolo. Nel caso in cui si voglia intervenire con un’operazione minima, la soluzione ottimale può essere rappresentata dalle colonne doccia.

Colonne e pannelli sono infatti in grado di adattarsi ad un box preesistente trasformandolo in un piccolo centro wellness. Proprio come nella vasca, anche nella doccia multifunzione le opzioni variano a seconda del modello: tra le più classiche, nonché le più richieste, ci sono sicuramente l’idromassaggio, la cromoterapia, la sauna, l’aromaterapia, l’ozonoterapia.

Meno specifica ma non da sottovalutare è la presenza di diverse tipologie di getti d’acqua in gradi di ricreare l’effetto cascata, l’effetto pioggia e anche di erogare acqua nebulizzata.

I modelli più accessoriati sono poi in grado di emanare un getto di vapore che ricrea un ambiente simile a quello del bagno turco. Sempre in tema di modelli all’ultimo grido, le cabine doccia possono essere dotate di casse acustiche, che permettono di ascoltare la musica preferita.

Anche in spazi ridotti, è possibile creare un piccolo spazio wellness con docce multifunzione.

La sauna in casa

Se installare una vasca idromassaggio e una doccia multifunzione è un processo alquanto semplice, un po’ più complicato è il discorso che riguarda la costruzione di una sauna in casa.

Sicuramente, avere una sauna a portata di mano può aumentare notevolmente il proprio benessere psicofisico e, a differenza di quanto si possa pensare, non si tratta di un lusso inaccessibile.

Proprio come in un centro benessere professionale, anche a casa la sauna può essere collocata sia all’interno che all’esterno dell’abitazione e può essere finlandese o a infrarossi, meglio conosciuta come sauna a secco.

La scelta tra le due è strettamente personale e la differenza tra le diverse tipologie non riguarda solamente i benefici che ne derivano, ma anche i consumi. In entrambi i casi, è necessario avere a disposizione uno spazio particolarmente ampio; trattandosi di un allestimento domestico una o due sedute possono essere sufficienti, tuttavia se si opta per una sauna finlandese lo spazio deve essere ventilato.

Da tenere in considerazione sono però i consumi. Se l’investimento iniziale può essere considerato fattibile, è necessario ricordare che le spese di una sauna domestica si riflettono ogni mese sulla bolletta.

Altro aspetto importante riguarda l’efficienza dell’impianto elettrico. Per non rischiare sovraccarichi, è importante che questo sia correttamente dimensionato per la potenza del modello installato.

La sauna può essere collocata anche in bagni di media dimensione.

© Riproduzione riservata

© Edimen Sa | All Rights Reserved